prestitibrescia.com - Cerca i migliori Prestiti e finanziamenti a Brescia e provincia

in News

In data Mercoledì 6 maggio 2015 è entrata ufficialmente in vigore la nuova legge sul prestito vitalizio ipotecario, come disciplinato dalla legge 44/2015.

La normativa introduce diverse e interessanti novità per chi ha intenzione di accedere a questa opportunità di finanziamento.


 
Da una parte si rende più agevole ai privati over 60 l’accesso al servizio finanziario, mentre prima era previsto agli over 65, con rassicurazione agli eredi di non dover versare più del dovuto rispetto al valore di commercio.

 

Dall’altra, si assicurano garanzie più ampie agli istituti di credito e le garanzie a tutela del prestito assicurato sull’abitazione.


Ma la novità più vantaggiosa per i privati è l‘esenzione da imposte di bollo, di registro, catastali e ipotecarie, nonché dalle tasse in relazione a concessioni governative.
 

In base al valore di mercato attribuito all’immobile, la banca concederà una liquidità che oscilla tra il 15% e il 55% della stima commerciale effettuata sulla casa, e che dipenderà, in ultima analisi, anche dall’anzianità del privato.

Quanto più elevata sarà l’età del cliente,  tanto più le concessioni bancarie saranno destinate a crescere poiché l’istituto potrà confidare su una più rapida estinzione del debito contratto.


Gli eredi a seguito del decesso del contraente, potranno decidere liberamente se saldare il dovuto alla banca oppure concedere la passaggio dell’immobile all’istituto di credito, il quale si farà carico della vendita dell’edificio e, una volta portata a termine, tratterrà il dovuto inizialmente prestato e concederà la quota in eccesso agli eredi, al netto di spese e interessi.
 

Il tasso d’interesse può essere scelto se fisso, misto o variabile. A differenza della vecchia normativa, però, ora non saranno più calcolati gli interessi ogni singolo anno.

publisher
back to top